salta al contenuto

La Storia

 

Il Tribunale e la Procura per i Minorenni di Taranto hanno una storia recente : sono stati istituiti  contestualmente alla Sezione Distaccata di Taranto della Corte d’Appello di Lecce,  nell’anno 1994.

La competenza territoriale dei due nuovi Uffici ha compreso, fin dall’origine, i 29 Comuni della Provincia di Taranto.

Fu prescelta come Sede degli Uffici Giudiziari Minorili di Taranto l’ex  Convento di Santa Chiara, in Piazza Duomo, accanto alla Cattedrale di San Cataldo, Santo Patrono della Città, nel cuore dell’ isola, ove sorge la  Città Vecchia di Taranto.

Il cinquecentesco edificio era ancora in fase di ristrutturazione, quando furono inaugurati ed aperti al pubblico, nei locali già agibili, il Tribunale e la Procura per i Minorenni : era il 28 giugno  dell’ anno 1994.

Presidente del Tribunale per i Minorenni era stato nominato il dott. Bernardo Mastrogiacomo, Procuratore della Repubblica il dott. Piergiorgio Acquaviva, i quali dovettero affrontare, insieme ai magistrati togati ed onorari e al personale amministrativo, non poche difficoltà iniziali, legate sia ai lavori di ristrutturazione in corso sia alla notevole mole di lavoro derivante oltre che dalle nuove notizie di reato, anche dai procedimenti trasmessi per competenza dagli Uffici Giudiziari Minorili di Lecce, fino ad allora competenti per il territorio della Provincia di Taranto.

Numerosi i procedimenti penali di rilevante entità istruiti e definiti dai nuovi Uffici  Giudiziari Minorili nei primi anni di vita: su tutti la cosiddetta “Strage della barberia”, un grave fatto di sangue collegato alla criminalità organizzata, conclusosi con condanne esemplari.

Molteplici le definizioni, in quegli anni, di processi legati allo spaccio di stupefacenti.

Negli anni Novanta fu anche affrontato e risolto il fenomeno, allora  assai diffuso, specie nel capoluogo, del contrabbando di tabacchi lavorati  esteri, con l’impiego frequente di minori da parte dei nuclei familiari coinvolti in tali attività illecite.

Nel settore civile, l’attività della Procura e del Tribunale, intensa fin dall’inizio sul piano quantitativo, si è incrementata negli anni, con numerosi provvedimenti di intervento a favore dei minori, attuati con il sostegno degli enti ed istituti che, a vario titolo, collaborano con la Giustizia Minorile: basti citare i procedimenti di controllo sull’esercizio della potestà sulle persone minorenni, i provvedimenti di affidamento familiare, anche temporaneo, e, a seguito della giurisprudenza della Corte di Cassazione, interpretativa della legge n. 54 del 2006, la disciplina dell’esercizio della potestà sui figli minori in caso di crisi delle unioni non fondate sul matrimonio (c.d. “coppie di fatto”), ed infine i tanti decreti di adozione nazionale ed internazionale.

Il Procuratore Piergiorgio Acquaviva, sempre attento alle nuove problematiche minorili emergenti sul territorio, ha assunto negli anni, insieme ai Sostituti, una serie di iniziative mirate a diffondere la cultura della legalità e a favorire l’emersione di situazioni pregiudizievoli per i minori, di rilevanza sia penale sia civile: su tutte vanno menzionate l’istituzione del Numero Verde per la tutela dei minori e le campagne annuali contro la dispersione scolastica, fenomeno diffuso nel territorio della provincia  jonica.

Nel 1998 è divenuto Presidente del Tribunale il Dott. Antonio Morelli, il quale fino al 2008, anno in cui è stato nominato Presidente del Tribunale Ordinario di Taranto, ha esercitato in modo encomiabile le sue funzioni, contribuendo, insieme ai magistrati togati e a quelli onorari, alla crescita complessiva dell’Ufficio e al radicamento  dell’Ufficio medesimo nel territorio e nella comunità jonica.

Nel 2008  si è insediato il nuovo Procuratore, il dottor Giuseppe Carabba.

Nel 2009  ha preso possesso dell’ Ufficio il nuovo Presidente, il dottor Giuseppe Lanzo.

Nel 2014 si è insediato il nuovo Presidente, la dott.ssa Bombina Santella. Numerose le iniziative assunte nel corso di questi due anni, in particolare si evidenzia il lavoro di "mappatura" svolto nelle Comunità educative e nei Servizi socio-sanitari [Link al PDF].

Entrambi hanno assunto nuove iniziative migliorative nell’ ambito minorile.

Sono stati stipulati da Tribunale e Procura, congiuntamente, un accordo di programma con la Provincia di Taranto per  la realizzazione di un Centro risorse a supporto delle famiglie, e, successivamente, un protocollo d’intesa con il Comune di Taranto per l’incentivazione dell’affidamento familiare.

E’ stato  siglata dal Tribunale una convenzione con l’Università degli Studi di Bari per tirocini di formazione e orientamento professionale presso il Tribunale, rivolti a laureandi in materie giuridiche.
E’ stata inaugurata, col sostegno dei clubs Soroptimist di Taranto, Martina Franca e Grottaglie, l’aula di audizione protetta dei minori vittime di abusi sessuali, maltrattamenti e violenze.
E’ in corso di graduale avviamento la digitalizzazione del processo penale, avente, tra le varie finalità, anche quella dell’invio telematico delle notifiche  ai difensori degli imputati.
Sono stati realizzati due siti web interattivi fra loro, uno per il Tribunale per i minorenni ed uno per la Procura della Repubblica.

Il Procuratore Carabba ha rilanciato l’iniziativa del Numero Verde per la tutela dei minori e perfezionato le verifiche annuali per contenere il più possibile la dispersione scolastica.

Dal 1994 fino ad oggi l’impegno dei Magistrati, del Personale Amministrativo, dei Servizi Sociali Ministeriali, della Polizia Giudiziaria e di tutti coloro che collaborano a vario titolo con la giustizia minorile, è stato sempre costante ed assiduo al servizio della comunità.

Prezioso il contributo alla crescita della giustizia minorile fornito dall’ Ordine degli Avvocati di Taranto e da tutta  l’avvocatura tarantina; nel 2009 alcuni di loro, specializzati in diritto minorile,  hanno fondato la Camera Minorile di Taranto.

 

 

Presidenti del Tribunale per i minorenni  di Taranto                 

1994 – 1997    dott.  Bernardo  Mastrogiacomo            

1998 – 2008    dott.  Antonio  Morelli                    

dal  2009          dott.  Giuseppe  Lanzo

dal  2014          dott.ssa Bombina Santella

 

 

Procuratori  della  Repubblica

1994 – 2008   dott.  Pietro Giorgio Acquaviva

dal  2008        dott. Giuseppe  Carabba